DECRETO-LEGGE 24 dicembre 2021, n. 221

Si riporta di seguito il testo integrale del Decreto Legge 24 dicembre 2021 n. 221, (c.d. Decreto di Natale o Decreto Festività) “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19” che contiene importanti novità anche relativamente al mondo dello sport.

In relazione al settore sportivo, il decreto-legge prevede che:

– per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso o all’aperto, a partire dal 25 dicembre e fino allo stato di cessazione dello stato di emergenza, è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, con il divieto di consumo di cibi e bevande ad eventi e competizioni sportivi al chiuso;
– a partire dal 10 gennaio 2022 e fino alla cessazione dello stato di emergenza l’accesso a piscine, palestre e sport di squadra, per le attività che si svolgono al chiuso, nonché agli spogliatoi (con esclusione dell’obbligo per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età di disabilità), è consentito esclusivamente ai possessori di green pass rafforzato;
– sempre a partire dal 25 dicembre, per l’accesso e l’utilizzo di funivie, cabinovie e seggiovie, qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento, è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2.

Il Decreto-Legge proroga lo stato di emergenza fino al 31 marzo 2021.

Decreto-Legge n.221/2021

Pari per la Promozione – Sconfitte per U19, U17 e U15 – Vince la U14

CAMPIONATO PROMOZIONE – 11a Giornata

Atletico Acilia – S. Maria delle Mole: 2-2

Finisce in pareggio (2-2) la gara che vedeva la nostra Prima Squadra affrontare al San Giorgio il Santa Maria delle Mole, un incontro importante soprattutto per i biancorossi che dovevano cercare di uscire dal gruppo dei Playout. E’ proprio la squadra di mr. Di Marco a portarsi in vantaggio all’8° minuto grazie ad un gol di Leonardi, ma al 35° gli ospiti trovano il pareggio grazie ad un rigore assegnato dal sig. Crescenzi e realizzato dal n. 9 Scaroni. Nel secondo tempo il Santa Maria delle Mole passa in vantaggio al 60° grazie ancora al suo centravanti e l’Atletico cerca in ogni modo il pareggio che arriva meritatamente proprio allo scadere grazie a Morganti. Un pari che non cambia di molto la situazione in classifica (12° posto con 10 punti, a -1 dalla salvezza) ma che sicuramente fa morale in vista anche della prossima importante sfida in casa del Città di Pomezia che precede l’Atletico di un solo punto.

CAMPIONATO JUNIORES REGIONALE U19 B – 9 Giornata

Atletico Acilia – Achillea 2002: 2-3

Cade ancora la Juniores, questa volta in casa contro una diretta concorrente per la salvezza, in un match sfortunato e deciso da episodi. La squadra di mister Ranese priva di numerosi elementi (solo 3 cambi effettivi a disposizione) parte comunque con il giusto atteggiamento e già al 4° minuto passa in vantaggio con Pierpaoli che infila il portiere avversario con un preciso tiro a fil di palo. Dopo soli 3 minuti però arriva il pareggio degli ospiti: calcio di punizione nei pressi dell’area di rigore battuto dal n. 6 dell’Achillea con un tiro che finisce all’incrocio dei pali a causa del fortissimo vento che ha condizionato tutta la partita. Gli amaranto passano poi in vantaggio a metà tempo quando un errore in uscita consente a Comelli di presentarsi da solo in area e battere Carovillano. L’Atletico reagisce bene allo svantaggio e proprio nell’ultima azione del tempo trova il giusto pari con un eurogol di Ruggero. Il secondo tempo è un monologo dei biancorossi che hanno numerose occasioni per portarsi in vantaggio (clamorose quelle capitate a Scuro con salvataggio sulla linea a portiere battuto e palo) non sfruttate, ma a 3 minuti dal termine arriva la beffa: un tiro senza pretese da 30 metri a causa del vento finisce imparabilmente sotto la traversa, fissando il punteggio sul 2-3. Una sconfitta immeritata che, grazie alla contemporanea vittoria del Rocca di Papa, porta l’Atletico all’ultimo posto in classifica, che vorrebbe dire retrocessione diretta.

Campionato U17-U15-U14 Provinciale – 7a Giornata

Purtroppo nessuna sorpresa nella gara dell’Under 17 di mr. Bordone che viene sconfitta al San Giorgio per 0-5 dalla capolista Tarquinia Calcio che guida la classifica con 19 punti in 7 incontri. Più accessibile si presenta il prossimo turno che vedrà i 2005 affrontare fuori casa il Garbatella che ha solo 1 punto in classifica.

Sconfitta anche per l’U15 di mister Franzelletti, anch’essa contrapposta ad una capolista, il PC Italia Eurfootball, che vince per 3-0. Comunque una buona prova per i ragazzi in biancorosso che, con la loro organizzazione, hanno reso difficile la gara ad una squadra molto collaudata e con ottimi valori individuali.

Strepitosa vittoria invece per i 2008 di mister Saba che regolano per 8-0 il Borghetto Pescatori al Lodovichetti. Seppur contro una formazione non eccezionale (ultima in classifica con zero punti), gli Under 14 hanno affrontato con le necessarie motivazioni e le giuste impostazioni tattiche la partita ed hanno trovato un rotondo risultato, maturato grazie alle reti di Pepa (3), De Riu (2), Fusha, Diodato e Gallo A.

 

Passi avanti

CAMPIONATO JUNIORES UNDER 19 REGIONALE – 8a giornata

Sporting Real Aurelio – Atletico Acilia: 1-1

Gara importante allo Sbardella per la Juniores che affrontava lo Sporting Real Aurelio distante solo 2 punti nel gruppo di squadre che lottano per il playout. Il pareggio finale smuove la classifica ma non soddisfa i biancorossi di Ranese che puntavano alla posta piena che alla fine avrebbero meritato. Nel primo tempo le migliori occasioni sono per l’Atletico che riesce a finalizzare la pressione offensiva con un gran gol di Cannella. Dopo pochi minuti arriva però inaspettato il pareggio dei padroni di casa con Aloise che con un tiro da fuori area pesca il jolly e porta la gara sull’1-1. Nella ripresa l’Atletico cerca il gol del vantaggio ma i diversi tentativi non vanno a buon fine per mancanza di precisione o per interventi decisivi del portiere locale. Proprio all’ultimo minuto di recupero potrebbe anzi perfezionarsi la beffa: l’arbitro espelle Franzelletti per fallo da ultimo uomo al limite dell’area, ma la punizione termina alta. Un pareggio che lascia immutate le distanze tra le squadre in fondo alla classifica, visto il contemporaneo pareggio tra Accademia Real Tuscolano e Achillea 2002. Proprio l’Achillea sarà ospite al San Giorgio Sabato prossimo per un match tutto da seguire.

U17-U15-U14 Provinciali – 6a giornata

Sconfitta per 4-0 per l’Under 17 sul difficile campo della Mundial FC che è in piena corsa per la promozione e la prossima giornata prevede l’impegno casalingo contro la prima in classifica Tarquinia per un testa-coda che potrebbe portare qualche sorpresa.

Vittoria eclatante invece dell’Under 15  di mister Franzelletti che regola con un perentorio 9-0 la malcapitata Academy Sport City, una prima vittoria in campionato che dà morale ai giovani 2007 in vista della prossima difficile trasferta in casa della capolista PC Italia.

Vince anche l’Under 14 di mister Saba che batte 2-1 in casa il La Salle portandosi quindi a 6 punti in classifica. Primo tempo contratto ed abbastanza equilibrato che si chiude però con il vantaggio ospite per 1-0 grazie ad una rete siglata al 20°. Nella ripresa i cambi tattici ribaltano completamente l’inerzia della gara e l’Atletico trova due reti entrambe siglate di testa da Deriu (al 15° ed al 25°) con altre numerose occasioni non sfruttate. Ottima prova quindi in vista del prossimo turno che prevede il derby con il Pescatori, ultimo in classifica con zero punti.

Sconfitte per le nostre formazioni

CAMPIONATO PROMOZIONE – 9a Giornata

Atletico Acilia-Nettuno: 0-2

Non riesce l’impresa all’11 di Mister Di Marco che viene sconfitto al San Giorgio per 2-0 dalla capolista Nettuno, reduce da 5 vittorie nelle ultime 5 gare. Il primo tempo viaggia sui binari dell’equilibrio perché l’Atletico riesce a chiudere bene tutti i varchi e cerca le ripartenze, equilibrio spezzato però al 35° quando viene fischiato dall’arbitro Spagnoli un rigore per gli ospiti realizzato dal n. 10 Porcari. Nella ripresa i biancorossi si risistemano per cercare la via del pareggio, impresa difficile dato che il Nettuno ha subìto sinora solo 8 gol, e anzi arriva allo scadere del tempo il raddoppio di Sbordone che chiude di fatto il match. Da segnalare l’espulsione di Mister Di Marco per proteste. Il prossimo turno ci vedrà impegnati domenica prossima contro il Duepigreco, in una gara dove sarà fondamentale fare punti per uscire dalle zone pericolose della classifica, che vede attualmente l’Atletico all’11° posto con 9 punti.

CAMPIONATO JUNIORES UNDER 19 REGIONALE – 7a giornata

Atletico Acilia-Pomezia Calcio: 0-4

Anche la Juniores affronta in casa la capolista del proprio Campionato, il Pomezia Calcio, e anche qui arriva una sconfitta. Eppure il primo tempo è stato equilibrato ed anzi sono proprio i ragazzi di Mister Ranese ad avere le due occasioni più nitide con Timitilli e Cannella (tiro ribattuto miracolosamente dal n. 4 ospite a portiere battuto), che vengono però puniti da un lancio lungo sul quale la difesa buca l’intervento consentendo al centravanti ospite di scavalcare facilmente il portiere Carovillano con un pallonetto. Nel secondo tempo però l’Atletico ha l’occasione clamorosa di tornare in parità quando viene fischiato al 5° minuto un rigore per fallo su Scuro, ma il tiro di Cannella viene intercettato dal portiere avversario e si resta sullo 0-1. Il colpo viene accusato dai ragazzi che subiscono il raddoppio ospite dopo 10 minuti ad opera di Gavrila. Alla ricerca del gol che riaprirebbe il match i biancorossi subiscono diverse ripartenze sulle quali è bravo Carovillano ad intervenire, ma nulla può in due occasioni allo scadere che fissano il punteggio sullo 0-4. Restano solo 2 i punti in classifica , con un calendario che certo non ha aiutato, ma ora occorre cercare una vittoria per risalire la classifica a cominciare da sabato prossimo in casa dello Sporting Real Tuscolano che precede l’Atletico di sole 2 lunghezze.

U17-U15-U14 Provinciali – 5a giornata

Sconfitta l’Under 17 per 0-6 contro la più quotata SS Vittoria Roma (terza in classifica con 10 punti). Peccato per l’Under 15 di Mister Franzelletti che perde 2-1 in casa del Roma 7.0, in una partita equilibrata decisa nel secondo tempo dopo che nel primo tempo Zollo aveva risposto al vantaggio iniziale dei padroni di casa. L’U14 di Mister Saba viene sconfitta fuori casa 5-2 dal W3 Maccarese, un punteggio penalizzante che non rispecchia l’andamento del match, rimasto in equilibrio per lunghi tratti.

Black Week End

Campionato Juniores Under 19 Regionale – 6a giornata – Castelverde – Atletico Acilia: 4-3

Arriva un altro stop per la Juniores che viene sconfitta al Mario Manuali del Castelverde per 4-3 in una gara rocambolesca. Immediato vantaggio dei padroni di casa al 2° minuto con Boldijar che approfitta di una dormita generale della difesa su calcio d’angolo. I ragazzi di Ranese però cercano e trovano al 15° il  pareggio con Valerio Scuro che trafigge con un bel diagonale il portiere biancoverde. Dopo pochi minuti però un pasticcio difensivo consente a Boldijar di calciare a porta vuota a riportare avanti i suoi. Nel secondo tempo dopo soli due minuti ancora su azione d’angolo Bruno approfitta di uno sfortunato rimpallo e porta a 3 le reti del Castelverde. A questo punto mister Ranese effettua alcuni cambi per cercare il pareggio e proprio il subentrato Aprea accorcia le distanze al 57°. Alla ricerca del meritato pareggio però l’Atletico subisce in contropiede il quarto gol segnato ancora da Bruno, ma capitan Romano su calcio d’angolo rimette solo un gol di distanza tra le due formazioni. Viene espulso quindi il n. 9 locale Gentile e i biancorossi cercano in ogni modo il pareggio andandoci vicino più volte ma senza fortuna. All’89° viene espulso anche Romano e la partita finisce così. Peccato per il risultato ma i ragazzi hanno dimostrato grande tenacia e volontà per portare a casa un risultato positivo. Il prossimo turno vedrà arrivare al San Giorgio la capolista Pomezia.

U17-U15-U14 Provinciali – 4a giornata

Pesantissima sconfitta per l’Under 17 che contro il Tolfallumiere subisce ben 11 reti in un match che non ha avuto storia. Sconfitta anche per l’Under 15 che cade in casa del Castelporziano per 3-1, in una gara compromessa però già nel primo tempo finito 3-0 per gli amarantoneri. Nel secondo tempo la rete iniziale di Pascale riaccende qualche speranza ma il risultato non cambia più. Peccato per la sconfitta interna dell’U14 di mister Saba che viene sconfitta per 1-0 in casa dal Tre Fontane con la rete decisiva che arriva a pochi minuti dalla fine.

 

LND: limiti di età campionati dilettanti e giovanili 2021/2022

La LND, con il Comunicato n. 298 del 12/05/2012, ha elaborato alcune proposte in merito ai limiti di età per la partecipazione ai campionati giovanili 2021/2022, che saranno oggetto di ratifica del prossimo Consiglio Direttivo.

Tali proposte sono le seguenti:

– Campionato Juniores Regionale Under 19: scatto di un’annualità anagrafica con conseguente partecipazione di calciatori nati dall’1/1/2003 in poi, che abbiano comunque compiuto il 15° anno di età. Sarà consentito impiegare fino a 6 “fuori quota”, nati dall’1/1/2002 in poi e in base alla disposizioni emanate dai rispettivi Consigli Direttivi dei Comitati Regionali della LND;

– Campionato Juniores Provinciale Under 19: scatto di un’annualità anagrafica con conseguente partecipazione di calciatori nati dall’1/1/2003 in poi, che abbiano comunque compiuto il 15° anno di età. Sarà consentito impiegare fino ad un massimo di 8 “fuori quota”, dei quali al massimo 6 nati dall’1/1/2002 in poi e al massimo 2 nati dall’1/1/2001 in poi.

Per la materia di competenza della FIGC, la LND ha proposto al Consiglio Federale l’istituzione del Campionato Regionale/Provinciale Under 18 LND con organizzazione facoltativa da parte dei Comitati Regionali. La richiesta è motivata al fine di salvaguardare la crescita tecnica degli atleti classe 2004 che a causa della pandemia hanno subito lo stop forzato per due stagioni sportive. La partecipazione a detta competizione sarebbe riservata ai nati dall’1/1/2004 al 31/12/2004. Previsto l’impiego fino ad un massimo di 6 calciatori “sotto quota” (nati nel 2005 e nel 2006) che abbiano comunque compiuto il 15° anno di età. In relazione al campionato Under 18 e alla classe d’età 2004, la LND ha richiesto alla FIGC la deroga per l’assunzione del vincolo di tesseramento annuale, ancorché l’attività ricada nell’ambito dilettantistico. In questo modo non ci sarebbe quindi obbligo alla corresponsione del premio di preparazione (art.96 NOIF) per l’annualità 2021-2022.

 Comunicato Ufficiale n. 298_Limiti di partecipazione dei calciatori in relazione all’età_Stagione Sportiva 2021/2022 (267 KB)

La Lega ha stabilito inoltre i seguenti obblighi minimi di partecipazione dei calciatori, in relazione all’età, per le gare dell’attività ufficiale della Stagione Sportiva 2021/2022, riferite alle Società partecipanti al Campionato Nazionale di Serie D, ai Campionati Regionali maschili di Eccellenza e di Promozione, nonché alla Coppa Italia di Serie D, alla Fase Nazionale della Coppa Italia Dilettanti della L.N.D. e alle gare di spareggio-promozione fra le squadre seconde classificate nei Campionati di Eccellenza:

  • Le Società hanno l’obbligo di rispettare, sin dall’inizio e per l’intera durata delle gare e, quindi, anche nei casi di sostituzioni successive, la disposizione minima di impiego dei calciatori sopra indicata. Resta inteso che, in relazione a quanto precede, debbono eccettuarsi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano già state effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortuni dei succitati calciatori.
  • Previa approvazione del Consiglio di Presidenza della L.N.D. e fatta salva l’applicazione minima della norma stessa, i Comitati potranno comunque prevedere, per i rispettivi Campionati di Eccellenza e di Promozione, disposizioni aggiuntive a quelle previste dalla direttiva suindicata, sempre che non venga superato il contingente complessivo di tre calciatori. Detto limite di tre calciatori non deve essere superato, anche nel caso di eventuale introduzione di un numero di calciatori c.d. ‘fidelizzati’, pari o superiore a una unità, nel Campionato di Eccellenza.
  • L’inosservanza delle predette disposizioni, ivi comprese quelle facoltativamente stabilite dai Consigli Direttivi dei Comitati, se ed in quanto deliberate dagli stessi Consigli Direttivi dei Comitati e approvate dal Consiglio di Presidenza della Lega Nazionale Dilettanti, sarà punita con la sanzione della perdita della gara prevista dal vigente Codice di Giustizia Sportiva, fatte salve ulteriori sanzioni. Per quanto attiene alle limitazioni di impiego dei calciatori, in relazione all’età, negli altri Campionati dilettantistici della Stagione Sportiva 2021/2022, i Comitati, la Divisione Calcio a Cinque e i Dipartimenti saranno tenuti ad uniformarsi alle consuete disposizioni emanate dalla Lega Nazionale Dilettanti attraverso il proprio Comunicato Ufficiale n. 1.
  • Nelle gare dell’attività ufficiale organizzata direttamente dalla L.N.D., che si svolgeranno in ambito nazionale nella Stagione Sportiva 2021/2022 (fase nazionale Coppa Italia; gare spareggio – promozione fra le seconde classificate del Campionato di Eccellenza per l’ammissione al Campionato Nazionale Serie D, ivi comprese – in quest’ultimo caso – quelle che eventualmente potrebbero svolgersi fra squadre appartenenti allo stesso Comitato Regionale), dovrà essere osservato unicamente l’obbligo minimo sopra indicato, riferito ai Campionati di Eccellenza.

Florenzi ricorda i tempi con l’Atletico Acilia

Alessandro Florenzi, giocatore del PSG in prestito dalla Roma, è stato intervistato da My Journey to Paris ed ha parlato anche dei tempi in cui giocava nell’Atletico Acilia!

Qui il video:

di seguito invece l’intervista integrale:

Alessandro Florenzi, giocatore del PSG in prestito alla Roma, è stato intervistato da My Journey to Paris ed ha parlato anche della sua esperienza nella Capitale. Queste le sue parole:

Su Vitinia…

Questo è il quartiere dove sono nato e ho passato l’infanzia. Lo ricordo sempre con piacere, ho amici lì e ancora ci vivono i miei genitori.

Giocavi con i tuoi amici in una squadra chiamata “La Cantera”?

Eravamo cinque amici, giocavamo dei piccoli tornei. Eravamo quasi imbattibili, lo ricordo con molto affetto.

Cosa facevano i tuoi genitori?

Hanno avuto per più di venti anni un bar dentro il centro sportivo nel quale sono cresciuto. Non era a Vitinia ma era ad Acilia, un altro quartiere a cui sono legato. Passavo lì le mie giornate, c’erano dei campi ed ero sempre là dentro a giocare a pallone.

C’era un rapporto speciale tra la tua famiglia e la squadra dell’Atletico Acilia?

Sì, per 20 anni i miei sono stati là dentro e io sono cresciuto lì: è stato il mio parco giochi, loro ci hanno lasciato un pezzo di cuore.

Il tuo più ricordo più bello alla Roma?

Ho due emozioni che più mi porto dentro, risalenti all’anno in cui ho fatto il capitano in Primavera: la prima è quella di aver vinto lo Scudetto, la seconda quella di aver esordito in Nazionale. La maglia della Roma è come una seconda pelle, mi ha fatto crescere come uomo e giocatore, non potrò mai dimenticarlo. Sono veramente orgoglioso di essere riuscito a realizzare il mio sogno, che da bimbo nato a Roma e romanista, era quello di giocare per questa fantastica maglia.

Conoscevi Parigi?

Sì, ci ero venuto con mia moglie quando eravamo poco più di due ragazzini, prima di Natale. Avevamo 18-19 anni, è stato uno dei nostri primi viaggi fuori dall’Italia. Quando siamo arrivati qui abbiamo subito ricordato quell’esperienza. E’ una città affascinante, una delle più belle al mondo.

Come sono stati i tuoi primi giorni a Parigi?

I primi giorni qui sono stati un po’ caotici, è stato tutto veloce perché ero in Nazionale. Per fortuna sono arrivato in un club dove non mi hanno fatto mancare nulla, sono stati bravissimi. Sono riuscito a prendere una bella casa dove potrò sicuramente ammirare le grandi strutture di Parigi.

Trovi somiglianze tra Roma e Parigi?

Una cosa che hanno in comune Roma e Parigi è che entrambe le città sembrano un museo all’aperto. Roma lo è di più per i suoi scavi. Ovunque ti giri trovi qualcosa di interessante.

Cosa scegli tra croissant e focaccia?

Focaccia.

Sono più belle le donne italiane o le francesi?

Mia moglie è la migliore.

Hai dei posti preferiti a Parigi?

No, non ho potuto girare molto anche perché ho due bambine piccole. La mattina si svegliano presto per andare a scuola, ma ci sarà occasione per trovare dei buoni ristoranti.

Cosa rappresenta per te il PSG?

E’ una delle migliori squadre al mondo, è la storia degli ultimi anni a dirlo. Sono cresciuti tanto, hanno preso giocatori fantastici. Vogliono vincere qualcosa di importante, io cercherò di dare il mio contributo per portare a casa più vittorie possibili e aiutare la squadra.

Cosa provi quando indossi i colori del PSG?

E’ sicuramente un grande orgoglio perché è una delle migliori squadre al mondo. Cercherò di fare quello che ho fatto sempre con qualsiasi maglia: dare il 100% e uscire con la maglia sudata.

Quali sono le tue ambizioni con il club?

Come ho detto prima, siamo una squadra forte, dovremo cercare di vincere il maggior numero di partite possibili, sia in campionato che in coppa, e arrivare fino in fondo in Champions League.

Come va la tua integrazione in squadra?

Sono stato molto fortunato nell’avere in squadra ragazzi come Verratti, Marquinhos, Icardi o Paredes. Con due di loro ho giocato nella Roma. Mi hanno aiutato ad integrarmi in un gruppo ben collaudato, dove tutti sono stati molto  disponibili. Si sono rivelati i campioni che sono anche umanamente.

Ci sono compagni che ti stanno insegnando il francese?

Kimpembe cerca di parlarmi in francese, è veramente simpatico e un grande uomo. Con lui ho legato molto.

Cosa sai dire in francese?

Bonjourcomme ça vaça va bienbon nuit, allez mes gars

E’ il 50° anniversario del club, com’è far parte di questa avventura?

E’ sicuramente un anno speciale dove tutti vogliamo toglierci grandi soddisfazioni, speriamo di fare un bel regalo a questa società che compie un traguardo storico.

 

 

LND: ecco le date per la ripresa degli allenamenti e dei campionati

Il CR Lazio comunica quanto segue:
“Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lazio, allineandosi alle disposizioni governative che hanno prorogato la sospensione dell’attività sportiva ufficiale fino al 15 gennaio 2021, ha deliberato all’unanimità le nuove date per la ripresa dell’attività ufficiale su scala regionale.
Le due settimane successive al 15 gennaio 2021 saranno dedicate alla ripresa degli allenamenti collettivi delle squadre dilettantistiche e giovanili, di calcio a 11 e calcio a 5, al fine di consentire alle società del CR Lazio di avvicinarsi gradualmente alla ripresa delle attività agonistiche, programmate per la fine del mese di gennaio 2021 nel rispetto dei protocolli sanitari.
Le gare di recupero dei campionati regionali dilettantistici e giovanili, di calcio a 11 e calcio a 5, saranno disputate dal 3 al 14 febbraio 2021, mentre l’attività dei campionati riprenderà domenica 14 febbraio 2021 dalla stessa giornata di gara nella quale sono stati fermati.
Dalla stessa data, invece, partirà tutta l’attività ufficiale Regionale e Provinciale che ancora non aveva iniziato i rispettivi campionati o tornei.
Si ricorda che l’annullamento delle manifestazioni nazionali, già disposto dalla Lega Nazionale Dilettanti dopo il Dpcm del 3 novembre 2020, permetterà di liberare spazi utili per agevolare la prosecuzione e il completamento delle diverse competizioni regionali.
Si precisa, infine, che le previsioni relative alla ripresa dell’attività ufficiali e dei relativi programmi sono subordinate all’evoluzione della pandemia e alle conseguenti determinazioni del Governo.”

 

fonte: lazio.lnd.it